Ricetta Crostatina di spinaci e Squacquerone di Romagna DOP – chef Stefania Baldisarri – Osteria del Vicolo Nuovo – Imola

Share on Facebook!



Stefania Baldisarri, chef del ristorante Osteria del Vicolo Nuovo di Imola (BO) ci propone la sua ricetta della Crostatina di spinaci e Squacquerone di Romagna DOP.

Categoria: Torte salate


Chef: Stefania Baldisarri
Ristorante: Osteria del Vicolo Nuovo
Via Codronchi, 6 – Angolo Via Calatafimi
40026 Imola (BO)
Tel. 0542 32552
http://www.vicolonuovo.it
ambra@vicolonuovo.it






Ingredienti per 6/8 persone:

Per il ripieno:
1 kg spinaci freschi
200 gr di formaggio Squacquerone di Romagna DOP non troppo maturo per poterlo tagliare a fette agevolmente
parmigiano
1 spicchio d’aglio
rosmarino
olio extravergine
sale.

Per la pasta:
225 gr. di farina 00
15 gr. di zucchero
15 gr. di lievito di birra
150 gr. di burro
1 uovo
sale.






Procedimento:

Per il ripieno:
Mondate e cuocete gli spinaci in poca acqua salata, scolateli bene e tritateli.
In una padella mettete un po’ d’olio e quando sarà caldo buttateci per 30 secondi uno spicchio d’aglio schiacciato e un rametto di rosmarino che poi toglierete. Unite gli spinaci che farete saltare per un minuto circa, prima di utilizzarli come ripieno.

Per la pasta:
Sul tagliere impastate la farina con tutti gli altri ingredienti. Lavoratela bene e mettetela a lievitare in un luogo caldo dentro a una terrina coperta con un tovagliolo. L’impasto raddoppierà di volume. Dopo circa 1 ora dividete l’impasto a metà e tirate due sfoglie con il mattarello.

Con una delle due parti foderate una tortiera di cm. 28 di diametro, precedentemente imburrata. Fate uno strato di spinaci, spolverizzate con parmigiano, distribuiteci sopra le fette alte un dito di formaggio Squacquerone e coprite con l’altra metà della pasta, cercando di premere bene sui bordi.
Infornate a 200° per circa 20 minuti. Tagliate a fette e servite immediatamente. Se preparata anticipatamente, tagliatela a fette da fredda e passatela in forno.
Già alla vista avvertirete sguardi compiaciuti, ma in bocca il suo sapore leggermente acidulo, mischiato alla dolcezza degli spinaci e della pasta, provocherà una vera miscela esplosiva di consensi.

 

Note dello chef:
Abituati a vederlo sciogliersi al calore della piadina romagnola, lo Squacquerone, il cui nome ci ricorda il suo aspetto morbido e cedevole, viene qui proposto in una gustosissima torta salata, ottima per una cena fra amici. Facile da preparare pur richiedendo tempi un po’ lunghi, è comoda da trasportare e agevole da servire anche in spazi ristretti. Lo Squacquerone di Romagna DOP è un formaggio morbido, senza crosta o buccia, ottenuto esclusivamente da latte vaccino intero. Ha un colore bianco, madreperlaceo e appartiene alla tradizione casearia della Romagna. Sa tanto di casa e conquistando la
trentacinquesima denominazione di origine protetta emiliano-romagnola registrata dall’Unione europea, “conferma la capacità del nostro territorio di dedicarsi a produzioni di qualità e di contribuire al consolidamento del valore della tipicità.”

 

Buon appetito!